ETA | Caldaia a Gassificazione di Legna. Scegli di piu

Economica e comoda

ETA ha la soluzione ideale per tutti coloro che utilizzano come combustibile
l‘economicissima legna e che, quando ne hanno voglia, desiderano godersi
comunque la comodità del funzionamento completamente automatico.
La ETA TWIN è costituita da due caldaie di qualità che si integrano
perfettamente a vicenda. La caldaia a legna ETA SH può essere ordinata
con una flangia a cui è possibile collegare facilmente una caldaia a pellet
completamente automatica.
L‘integrazione può essere fatta anche due anni dopo, senza necessità di
trasformare il sistema di riscaldamento o di eseguire un collegamento alla
canna fumaria.

ETA SH in dettaglio

  • Sonda Lambda di serie con attuatori aria primaria e secondaria separati e con retro informazione
  • Camera di combustione brevettata a zone a incandescenza
    Grande vano di stoccaggio per ceppi di legna da 1/2 m, (150 litri per la 20 e 30 kW, 223 litri per la 40, 50 e 60 kW), con dispositivo d‘aspirazione dei gas di scarico durante il ricaricamento
  • Ventilatore gas di scarico molto silenzioso, a regolazione giri, con assorbimento corrente minima (solo 76 W), completo di sonda termica fumi
  • Pannello di comando ETAtouch con Touchscreen 5,7“ a uso intuitivo a bordo macchina, per gestione Puffer, boiler ACS, 2 circuiti di riscaldamento, rialzo temperatura di ritorno, impianto solare (equipaggiamento di base), ulteriori circuiti opzionale
  • Puffer-Management attraverso 3 sonde termiche
  • Semplice estrazione ceneri solo dalla parte frontale (nessuno sportello laterale)
  • Pulizia dello scambiatore di calore dall‘esterno tramite leva
  • Classe caldaia: 5 secondo EN 303-5:2012

Aspetti salienti della caldaia a legna

Sonda Lambda

Crea la miscela giusta. Che riscaldiate con faggio o abete rosso oppure che aggiungiate
pezzi di legno grandi o piccoli, che la caldaia inizi a riscaldarsi o sia in pieno funzionamento,
la combustione è sempre ideale se la quantità dell‘aria addottata è corretta.
Una sonda lambda collocata correttamente è per così dire il cervello della tecnica di
combustione. Regola la quanti tà di ossigeno necessaria di volta in volta.
Risultato: rendimenti elevati e ridott e emissioni.

ETAtouch, il touchscreen della caldaia

Sono finiti i tempi di pulsanti e regolatori disposti in modo confuso, poiché con il touchscreen di ETA SH o SH-TWIN è possibile procedere comodamente e facilmente a tutte le impostazioni. Le icone sono molto intuitive. Che si tratti di comandare l‘accensione controllata, gestire il puffer, regolare i circuiti di riscaldamento in funzione della temperatura esterna con programma settimanale per i circuiti di riscaldamento, controllare la resa dell‘impianto solare o sorvegliare tutte le funzioni e tutti gli azionamenti: potrete toccare l‘icona giusta in modo intuiti vo e senza necessità del manuale di istruzioni.

La caldaia dispone inoltre di una porta LAN per il collegamento a internet. Mediante smartphone, tablet o computer potrete controllare il vostro riscaldamento da qualsiasi luogo! Se lo desiderate, la caldaia vi invierà messaggi tramite e-mail. La porta USB consente aggiornamenti gratuiti del software. Inoltre siete integrati nella rete di partner meinETA. Ciò vi consente, ad esempio, di concedere ad un tecnico l‘accesso alla regolazione della vostra caldaia. Talvolta ciò permette di risparmiare spese di viaggio e assistenza!

Camera di combustione brevettata a zone di incandescenza

Per bruciare in modo completo ed efficiente, il legno ha bisogno di fi no a 1.100 °C di calore. Affinché la camera di combustione possa resistere a questa sollecitazione per molti anni, non solo i materiali sono della massima qualità, bensì anche la struttura. Essa è infatti costituita da più strati collegati tra di loro da giunti di dilatazione. Evitano che le variazioni di temperatura porti no a tensioni nelle piastre e quindi successivamente alla formazione di crepe.

Delle griglie di ghisa termostabili proteggono ulteriormente le parti della camera di combustione più esposte al calore. Sotto di esse si trovano ugelli che soffiano nella camera di combustione l‘ossigeno necessario per la combustione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *